Crea sito

Caserta: Fanghi tossici provenienti da aziende del Nord spacciati per concime

 

Creato il 29 ottobre 2012 da Ilazzaro

Caserta: Fanghi tossici provenienti da aziende del Nord spacciati per concime

E’ davvero inquietante quanto emerge dagli agenti della Squadra Mobile di Caserta e coordinate dalla Dda di Napoli che questa mattina ha scoperto e sequestrato un terreno contenente fanghi industriali tossici, provenienti anche da aziende del centro e del nord Italia, utilizzati nei campi agricoli perché spacciati per concimi e fertilizzanti.

Il terreno era nella disponibilità dell’imprenditore Elio Roma, ritenuto vicino al clan dei Casalesi gruppo Bidognetti, indagato con Nicola Mariniello, già noto alle forze dell’ordine.

Secondo le indagini, l’imprenditore del settore dei rifiuti aveva organizzato una vasta attività illecita finalizzata allo smaltimento illegale soprattutto di fanghi industriali provenienti anche da depuratori della provincia di Caserta attraverso la RFG, società formalmente intestata a un figlio e l’impianto di compostaggio ad esso legata. In particolare, i rifiuti tossici, invece di essere trasformati in compost e in ammendante, erano sversati `tal quale’ nei terreni di contadini, alcuni dei quali compiacenti e ricompensati con somme di denaro oppure di agricoltori ignari di tutto e convinti che si trattasse di concimi e fertilizzanti.
L’impianto di compostaggio, secondo le indagini, veniva solo utilizzato per simulare la lavorazione dei rifiuti pericolosi, formalmente ricevuti, stoccati e sottoposti a trattamento, ma in realtà smaltiti abusivamente presso numerosi fondi agricoli, individuati con la collaborazione dei clan dei Casalesi. Attività illecite che erano effettuate attraverso la predisposizione di documenti contraffatti relativi alla natura dei rifiuti, al loro trasporto e all’avvenuto smaltimento. (Lunaset)

Tags: ,

Comments are closed.