Crea sito

“Chi aderisce alla Lega Sud deve lo stesso cedere il posto ai milanesi in metropolitana?”

Salvini ha lanciato la ferale notizia: faremo la lega al Sud. Modestamente, qualche mese fa, anticipando le intenzioni del segretario leghista avevo anche stilato un possibile (e probabile) identikit del potenziale iscritto. Ad uso eventualmente dei vertici leghisti per reclutare militanti:

  • Ha sostituito tutti i poster di Marika Fruscio e Sophia Loren con quelli di Silvye Lubamba (fiera icona leghista).
  • Ha sostiuito tutte le immagini sacre della Madonna dell’Arco e di San Gennaro, con quelle di San Marco e di Sant’Ambrogio.
  • Ha anteposto l’uso della doccia a quello della vasca, perchè non fa perdere tempo e non conduce all’ozio tipico dei meridionali.
  • Beve solo thè perchè il caffè lo rende nervoso.
  • Per lui Gullit è megl’ e Maradona.
  • Fa la pizza solo secondo la tradizione di casa Salvini.
  • A Natale niente struffoli, solo panettone.
  • Quando c’è la nebbia si commuove.
  • Si lamenta che intorno a sè ci siano troppi napoletani.
  • Adora l’Arena , il programma di Rai 1, si finge falso invalido  e si fa intervistare da Giletti.
  • Ha cambiato il proprio accento d’origine, cercando di riprodurre il più fedelmente possibile, quello dei territori a nord del Rubicone. Purtroppo riesce a rivolgersi all’interlocutore, solo con improbabili suoni gutturali più simili alla lingua degli elfi  de “il Signore degli Anelli”.
  • Ha una residenza farlocca fuori Campania per risparmaire sulla tariffa Rc Auto.
  • Quando guarda “Li chiamarono Briganti” di Pasquale Squitieri, fa spudoratamente il tifo per Cialdini.
  • Si fa fotografare senza casco su uno scooter 50 insieme al “cuggino”, alla fidanzata, al nipote, allo zio, al figlio del vicino di casa. Poi pubblica la fotografia su Facebook con la didascalia: “Succede solo a Napoli”. E chiama la troupe di Studio Aperto per documentare tutto.
  • Quando risponde al telefono, esordisce con “Ohi..ciao” anzichè con “Uè..”
  • Nel condominio è acerrimo nemico di Gennaro Esposito del terzo piano.
  • Le vacanze al mare le fa a Chioggia.
  • Alle pizzette di ciurilli, preferisce gli scagliuozzi di polenta.

Anche Pino Aprile, quest’oggi, dal proprio profilo Facebook, entusiasta per la notizia (“Wow!”) pone alcune domande al polit bureau padano per approfondire la questione (con la solita, apprezzata vis polemica):

1 – il nuovo soggetto politico chiamato Lega Sud è così “autonomo”, che ne dà l’annuncio il segretario della Lega Nord;
2 – chi aderisse a questa Lega Sud dovrebbe lo stesso cedere il posto ai milanesi in metropolitana meneghina, come da proposta del Salvini?
3 – a proposito della puzza dei “napoletani colerosi e terremotati” (citaz di Salvini), “merdacce mediterranee” (ciatz Borghezio) e “topi da derattizzare” (citaz. Calderoli) o “porci” (citaz. Bossi), gli aderenti alla Lega Sud, meriterebbero ugualmente di essere “lavati” in occasione di eruzioni del Vesuvio o dell’Etna?
4 – e comunque, un dirigente della Lega Sud, intervistato mentre svolgeva il suo compito di tappetino dinanzi all’ingresso della sede della Lega Nord, ha assicurato che “questo nostro nuovo soggetto politico è davvero autonomo. Non è una cosa della Lega Nord, è una cosa nostra, diciamo…”

Tags: , ,

2 comments

  1. Io invece chiedo a Pino Aprile e ad altri meridionalisti se è’ meglio avere tanti movimenti piccoli, inutili e divisi. Oppure sostenere i sostenitori dell’unità d’Italia e del tricolore, quelli che d sempre insultano il brigantaggio e negano l’identità meridionale. Meglio la Lega che tutta i centralisti italioti