Crea sito

Giù al Sud, inizia la stagione estiva e chiudono la Siracusa-Catania

2012011210trenitaglia

Potrebbero campare col turismo, ci suggeriscono da lassù, se non fosse che le ex (presunte) Ferrovie dello Stato, hanno soppresso pure la Siracusa Catania.

 Così Pino Aprile commenta l’infausto evento:

Una volta c’erano “le ferrovie italiane”; poi, per fottere meglio il Sud e concentrare soldi, appalti e, purtroppo, succede…, tangenti, solo al Nord, si sono inventati TrenitaliadelCentroNord, che con i soldi nostri fa l“azienda privata”. La affidarono a un ex sindacalista, Mauro Moretti, che seppe così bene fare gli interessi dei lavoratori, da divenire capo dell’azienda, ovvero sedersi dall’altra parte. Per i trasporti ferroviari e l’economia del Sud ha fatto più danni lui dei bombardamenti alleati e dei sabotaggi tedeschi nell’ultima guerra. Ovviamente, avendo agito “come doveva”, ed essendosi lamentato di guadagnare troppo poco (un sindacalista è per sempre…), invece di avere la risposta che meritava, è stato messo a capo di Finmeccanica, perché possa gestire più soldi.

1 – Renato Mazzoncini, amministratore delegato delle Ferrovie (stanno comprando l’Anas: quindi, dopo le linee ferroviarie, chiuderanno pure le strade?): “In Sicilia abitano 6 milioni di persone, in Puglia 4. Questo è il Sud, Napoli con 1 ora e 7 minuti da Roma è già diventato Centro. O uniamo il Sud al resto del Paese o il problema del Mezzogiorno non lo risolveremo mai”.

Bello! A partire da quando?

2 – “Sono soltanto due i treni diretti che da Roma arrivano in Sicilia, oltrepassando lo stretto di Messina, senza lasciare i passeggeri siciliani a Villa San Giovanni, come avviene per la restante parte dei convogli. Per la Federconsumatori, dunque, il modo penalizzante con cui è stata chiusa, per tre mesi estivi, la linea ferroviaria Catania-Siracusa non è altro che l’ultima vergogna”.

Sergio Mattarella, palermitano, presidente della Repubblica, a Palermo, ci va in aereo. E così gli altri “rappresentanti del popolo”. E se vogliono continuare a rappresentare il popolo, continuino a tacere ed essere complici.

Intanto in esclusiva, un video che mostra le prove per l’alta velocità proprio in Sicilia

Tags: , , ,

Comments are closed.