Crea sito

«Gli italiani e i napoletani? Troppo pigri per lavorare»

Venghino siori, venghino al circo Barnum del luogo comune, dello stereotipo un tanto al chilo, venghino al multiforme bestiario dei cliche,  laddove ti sorridono i monti e le caprette ti fanno ciao, mentre le mucche lilla producono cioccolata al latte.

Sapete perché «gli italiani sono così bassi»? La risposta alla barzelletta è questa: «La mamma dice di non crescere, altrimenti, se diventano alti, devono andare a lavorare». E ancora: possibile che un «napoletano» — per estensione, un «meridionale» — «svolga più lavori»? No, visto che «non hanno voglia di farne nemmeno uno».

«Gli italiani e i napoletani? Troppo pigri per lavorare»

 

E chi è l’arguto comico capace di sfornare simili ceselli di introspezione e sagace ironia degna del miglior Woody Allen? Signori, nientepopodimeno che Alexander Tschäppät, sindaco di Berna, che ha dato sfoggio delle sue ottime doti oratorie e comiche (a proposito, quando qualcuno gli ha fatto notare che diceva qualcosa di quanto meno inopportuno s’è limitato a dire che la battuta sulla statura degli italiani è una ricostruzione del dialogo tra due poliziotti increduli di fronte alla confessione di un immigrato napoletano multilavoratore) nel corso di uno spettacolo di cabaret. Battute tra l’altro apprezzatissime dal pubblico.

Ringraziamo il sindaco per la performance e per l’esibizione dall’altissimo contenuto culturale ed etnocomico, soprattutto rendiamo onore alle sue larghissime vedute ed allo spirito di integrazione che pare impregnarne e caratterizzarne l’azione politica.

Insomma se noi campani pensavamo d’aver toccato l’apice della statura politica con Giggin a Purpett, non possiamo far altro che ricrederci e (doverosamente) chinare il capo dinanzi a cotale novello Montesquieu capace di imporsi anche a Giggino per le attitudini dialettiche che lo pongono, senza dubbio, nell’olimpo dei think tanker internazionali.

Confidiamo nell’invito del sindaco al prossimo spettacolo di scorreggia con l’ascella cui, siamo certi, non mancherà di dare dotta e consumata prova agli astanti.

Tags: , ,

Comments are closed.