Crea sito

La replica della Cisl a “saga” #1maggiotaranto: “a Roma c’erano storie nazionali”

E si che a volte sarebbe il caso di fermarsi un attimo. Senza scrivere nulla. Lasciar sedimentare una evidente caduta di stile. Tutto era iniziato così, con un poco fortunato tweet della Cisl Nazionale sul concerto di Taranto:

Con tutto il rispetto, il Concerto di Taranto appare come una saga paesana

 

Ora al di là della scelta del termine “saga” usato forse a sproposito, ma dico forse perchè ci sarà una successiva interpretazione, pareva del tutto fuoriluogo il paragone, che,infatti, gli organizzatori del concerto di Taranto non hanno mai fatto.

Ma la spiegazione (ringrazio il Terronista per lo screenshot) ai numerosi cinguettii di protesta ha dell’incredibile:

cisl

Siamo tutti d’accordo che la Musica debba unire, ma qualcuno avverta il sindacato che a Taranto c’erano storie dalla Campania, dal Friuli, dalla Puglia, dalla Sicilia, dall’Abruzzo, dalla Basilicata. Sono forse queste storie, “paesane”, prive del connotato di dignità ed importanza nazionale?

Oddio se queste cose veramente le pensate e le scrivete finite per essere più realmente paradossali dei miei stessi paradossi.

Non hanno forse quelle storie, quelle di Taranto, io le ho ascoltate, pari dignità, solo perchè non c’era a raccontarle Aldo Cazzullo, alfiere dell’italico spirito dell’Italia Unita, ma le voci semplici della gente comune che proprio quelle storie le ha vissute e sofferte?

Vi prego, luat e man a vicin a twitter, allontanatevi da twitter per una giornata…ve lo chiedo da precario, che ha portato a Taranto, non sul palco, la propria storia. E raggiungere Taranto non è come raggiungere Roma. Non solo per una questione economica, soprattutto logistica.

Tags: ,

1 comment

  1. La cisl deve vergognarsi x quello che ha detto….mi viene voglia di cancellarmi dal sindacato! …non é la cisl ma a questo punto…vergognatevi. Taranto ha sofferto e soffre e i sindacati non hanno mai mosso u dito!