Crea sito

La Sicilia dice no al trasferimento di abiti storici a Firenze

foto di Sicilian Secrets

In Sicilia e più precisamente a Ragusa, succede che un collezionista, Gabriele Arezzo di Trifiletti, di Palermo, lasci al Comune una vasta collezione di abiti d’epoca.

Succede che questa vasta collezione che è patrimonio dell’isola, faccia gola a Palazzo Pitti a Firenze che ne tenta l’acquisizione, di fatto impedita dalla Regione Sicilia. Un tentativo per fortuna andato a vuoto che rende al patrimonio delle Trinacria un notevole valore.

La vicenda viene raccontata dalla redazione de L’Eco del Sud:

La Regione siciliana ne aveva impedito l’acquisizione tentata da Palazzo Pitti – un miliardo di vecchie lire – imponendo il fatto che la collezione non dovesse uscire dalla Sicilia perché ne rappresenta un patrimonio di notevole valore. Gli abiti sono stati verificati anche con il supporto della Soprintendenza che li tutela. L’intendimento dell’amministrazione comunale spiegato dal sindaco di Ragusa, Federico Piccitto e dall’assessore Stefania Campo, è quello di rendere vivi gli ambienti del Castello di Donnafugata contestualizzando gli abiti dell’Ottocento siciliano, dalle divise alla lingerie, animando la sala degli stemmi, le foresterie e le stanze dando l’idea di un castello non museo ma abitato.

Si tratta di migliaia di capi di abbigliamento, tali da farne una delle collezioni più pregiate a livello europeo. Al castello di Donnafugata saranno in mostra permanentemente: lì vi dimorò la famiglia Arezzo di Trifiletti.

4000 abiti d’epoca ed oggetti risalenti ad un periodo storico compreso tra il 1200 ed il 1930 che, da mecenate qual è, il collezionista aveva pensato di trasferire nella disponibilità della Regione.

Insomma un po’ come la vicenda dei Bronzi di Riace e dei beni archeologici che si spostano da una città all’altra invece di valorizzare i luoghi che le hanno partorite e custodite e nel cui contesto vanno inserite per sviluppare quel “turismo” al Sud di cui tutti si riempiono la bocca. E basta con l’arruobbo interessato suvvia…

Tags: , ,

Comments are closed.