Crea sito

Lecco: in 300 intascavano pensioni di defunti

Per il lettore che aspira alla padanità anticipiamo che non c’è alcun errore nel titolo.
È successo a LeccO non a LeccE.

Ecco come uno dei siti (marateaonline) riporta la notizia (anche perchè pochi tg ne parleranno e quinta colonna finirà per parlare del caldo torrido di Agosto):

Continuavano a percepire indebitamente la pensione dei propri parenti defunti, i 300 responsabili scoperti dai Finanzieri del Comando Provinciale di Lecco, guidati dal colonnello Corrado Loero.
Le Fiamme Gialle hanno infatti concluso un’operazione, denominata ”Lazzaro”, a tutela della spesa pubblica, che ha permesso di scoprire persone che hanno continuato a percepire pensioni di defunti per un ammontare complessivo di oltre 700 mila euro.
In collaborazione con la Direzione Provinciale dell’INPS, sono state vagliate tutte le posizioni pensionistiche – circa 10.000 – dei soggetti che, mentre dall’anagrafe dei Comuni della Provincia risultavano deceduti, continuavano a percepire pensioni di anzianità.

Panico alla redazione de L’Arena, il programma di Giletti. Per non disorientare il pubblico, la ricostruzione dei fatti verrà realizzata comunque usando attori campani,pugliesi  siciliani.

Chissà se Matteo Salvini questa volta twitterà “Lecco…Italia…Boh..”, come fece per i falsi invalidi di Napoli…

8 comments

  1. siete i solti falsi, i soliti mistificatori. Andatevi a leggere i cognomi.
    Non c’è nessun lombardo.

    • aaahh..lei quindi si è andato a leggere 300 cognomi e da quelli ne desume l’origine territoriale?? ma è un fenomeno, complimenti!!!
      Una curiosità: ha sviluppato di ciascuno anche l’albero genealogico per escludere qualsiasi appartenenza lombarda? Cmq bellissime queste teorie, se i falsi invalidi sono al sud, sono sicuramente meridionali, quando sono al nord (trecento eh, trecento) vengono da fuori..W l’Italia!!!
      Non crede invece, molto più ragionevolmente, che la disonestà non ha alcuna origine territoriale?

      • I falsi invalidi che sono al sud sono tutti autoctoni per il semplice motivo che i padani sono 50 anni che non emigrano..mi sembra ovvio! Ha mai visto un bergamasco o un bresciano abitare ai quartieri spagnoli?
        Comunque si, mi sono andato a leggere tutti i nomi e i cognomi dei trecento indagati, e, su 300, ben 293 presentano cognomi MERIDIONALI. E’ un FATTO, non una mia opinione. Lecco purtroppo è stata ferocemente meridionalizzata a cavallo degli anni 80. Tutti uguali da nord a sud? Ma per piacere, non diciamo sciocchezze.

        • anche al consiglio regionale lombardo erano tutti meridionali? anche i protagonisti di tangentopoli? anche i protagonisti dello scandalo parmalat? anche i protagonisti delle vicende di finmeccanica?

          Credo anzi sono certo che avrà fatto anche l’esame del dna ai 300 🙂

          Complimenti per le sue asserzioni razziste ed in ogni caso risibili e patetiche..si commentano da sole…:-)

          ps: anche questi sono meridionali? http://m.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Fwww.ilfattoquotidiano.it%2F2012%2F04%2F24%2Fmazzetta-milionaria-alla-lega-nord-indagato-presidente-finmeccanica%2F206895%2F&h=dAQHJdjbl&s=1

          pps: immagino che conosca anche il nome di costoro e relativo albero genealogico…e ovviamente saranno tutti meridionali anche questi http://www.ilgiornale.it/news/cronache/veneto-scoperti-2300-falsi-poveri.html

          • Un sacco di arrestati di tangentopoli era meridionale come cusani, il ministro de lorenzo, craxi( di origine siciliana), ligresti, ecc.

            Quanto agli esempi che lei mi riporta, io non ho mai detto che al nord non si ruba. Si ruba ovunque, anche in svezia. Quello che conta sono le percentuali. E le percentuali dicono che per ogni scandalo padano ce ne sono 50 meridionali, se non di più. La padania è lungi dall’essere perfetta, ma in confronto al sud è il paradiso.

          • Paolo, mi permetta ma così lei offende la sua intelligenza…Le percentuali si fanno su dati scientifici certi, quali sono le sue fonti? Come si fa a determinare chi è meridionale e chi no? E se è “lombardo” come dice lei, chi le garantisce che magari non sia “terrone” da parte di madre? Le teorie lombrosiane sono state smentite da decine di anni, così come quelle che si basano sull’appartenenza etnica o territoriale..Non si faccia infinocchiare da Salvini e company che forniscono dati privi di rilevanza scientifica, Paolo!! e se proprio vuole abbracciare l’indipendentismo “frequenti” partiti e movimenti seri, non gente che da anni insulta senza fornire una via d’uscita seria al problema. Anzi accetta volentieri le poltroncine romane…

  2. Guardi che io con la lega non ho nulla da spartire. Sono dei traditori della peggior specie. SI fidi, li detesto più io di lei..
    Teorie Lombrosiane? e chi ne ha parlato? sui dati scientifici si fa presto, si prendono i dati dell’imps e si scopre che al sud ci sono il DOPPIO dei falsi invalidi del nord( e comunque, ripeto, su 5 casi di falsi invalidi al nord, 4 si chiamano petralia, calogero ecc.). Il razzismo non c’entra nulla, troppo spesso si usa questa parola per mistificare la realtà. Io non sono razzista, sono cresciuto con un fratello adottato nigeriano, si figuri come posso esserlo..

    • Caro Paolo, le ripeto, le sue informazioni NON hanno alcun valore a fini statistici. Si basano esclusivamente sulla percezione ceh del sud creano i media, tacendo il resto. E questo non lo dico io, ma Paolo Mieli, suo conterraneo, che conferma una descrizione della realtà e della diffusione delle notizie diverse a seconda che si tratti del Sud o del Nord.

      Se solo fosse vero quanto dice, evidentemente l’INPS porrebbe in essere una serie di controlli e misure diversificate proprio come fanno, a torto, con i premi Rc auto.

      Presumere che per la sola appartenenza etnica o territoriale un soggetto abbia più propensione a delinquere, lo sosteneva, come lei, Lombroso e, le ripeto, non ha alcuna base scientifica oltre ad essere razzista.

      Il razzismo non ha colore o condizione geografica, quindi uno può esserlo anche se ha il fratello nigeriano o napoletano 🙂