Crea sito

Villaggio: quanta ipocrisia su Dani Alves,cultura africana inferiore

Che con l’avanzare dell’età paolo Villaggio avesse iniziato a coltivare idee quanto meno bislacche lo avevamo capito dal fatto che sovente, il comico genovese, aveva espresso pareri altrettanto bislacchi sui napoletani. Dopo l’alluvione di Genova aveva dichiarato: “I liguri hanno la presunzione di essere una cultura anglosassone diversa dalla cultura sudista borbonica, che è la piaga di tutta l’Italia”.

Angelo Forgione, nel suo blog ha tutta una raccolta di perle del fu Fantozzi.

Su Radio Capital Villaggio, oggi si è superato, dimostrando che a pensare male ci avevamo azzeccato. Per Paolo Villaggio la cultura africana è “inferiore” rispetto a quella europea.

Ascoltate:

Quello che scrivevo ieri, a proposito dell’Italia paese bigotto e razzista riceve un ulteriore illustre conferma.

Sulla presunzione della superiorità della propria cultura rispetto alle altre, Villaggio da ulteriori prove. Noi “suddisti bobbonici meridionalisti” ne prendiamo atto.

Qualche ora dopo il comico ha precisato:

 “Sono scioccato, contrariato e addolorato, mi sono scagliato contro il finto non razzismo di tutti noi europei”. “Sono stato del tutto mal interpretato: volevo dire che esiste molta ipocrisia da parte della cultura bianca, che ha diecimila anni di storia più di quella africana”, sottolinea Villaggio parlando con l’ANSA.

Continuo a non capire su quali basi storiche si afferma che la presunta cultura biancaabbia diecimila anni di storia in più di quella africana. A meno di non voler cancellare con un colo di spugna secoli di antica cultura egizia. Non è Africa quella? E restano comunque le parole sulla cultura meridionali, di cui all’inizio del post.

2 comments

  1. Ma quant’é bello mistificare le notizie?
    Lui parla di “cultura inferiore” non di razza inferiore.

    • Quindi affermare che una cultura è superiore ad un’altra non è razzismo? La luna consiglia: cercare su un dizionario il significato del sostantivo “cultura”.
      E di grazia, su quali parametri si giudica una cultura superiore o inferiore ad un’altra?