Crea sito

Riva: l’aria di Taranto è migliore di quella di Milano

Così Fabio Riva a Milena Gabanelli e Sabrina Giannini che lo hanno intervistato per il Corriere della Sera: «… e guardi la qualità dell’aria a Taranto è migliore che a Milano in Via Senato, perché la storia è cambiata negli ultimi tempi, avesse visto cos’era anni fa

Ma le giornaliste aggiungono: L’aria è cambiata perché, a causa dello stato pessimo degli impianti la produzione è stata ridotta; altrimenti non si capisce perché il commissario Bondi non li attivi. I periti dell’Arpa dicono che si muore. L’accusa è di associazione per delinquere finalizzata al «disastro ambientale e avvelenamento di alimenti

Ora non si sa se debbano essere più preoccupati i tarantini per le parole rassicuranti di Riva o i milanesi per le rivelazioni shock sulla qualità dell’aria nel capoluogo lombardo.

E poteva mancare la solita accusa ai poveri che fumano troppo e così muoiono, (altro che inquinamento)?

«I contaminanti sono presenti ovunque nell’ambiente, più elevati nelle società industrializzate. I poveri vivono in zone inquinate e fanno una vita meno sana, fumano di più.»

Ovvero antropologia economica e culturale secondo Fabio Riva.

I dirigenti dell’Arpa e i custodi giudiziari scrivono che nello stabilimento di Taranto le irregolarità riguardano i filtri per abbattere i fumi tossici, emissioni non convogliate nei camini, sistemi privi di controllo automatici, nessun accorgimento per limitare la dispersione di polveri minerali che trasportano particelle tossiche nei polmoni. Infine stimano gli interventi necessari: 8 miliardi di euro.

E va bene così, continuiamo a farci del male. Per la cronaca ricordiamo che Fabio Riva è a Londra, libero su cauzione.

Tags: , , ,

Comments are closed.