Crea sito

«Sei pugliese e canti male» finsice al pronto soccorso

Avete presente il film Django, quando due schiavi di colore si picchiano fino ad uccidersi sotto l’occhio divertito dei negrieri bianchi, compiaciuti, che li incitano all’omicidio?

Ecco notizie del genere, mi riportano alla mente proprio a quelle scene, nell’apoteosi della discriminazione territoriale che rende carnefice chi di solito e vittima. Generando paradossi ed abnormità.

Succede a Fabriano.

«Bravo pugliese, vieni da Manfredonia? torna a casa da solo o ti ci mandiamo con l’ambulanza». Sono le invettive che F.C., 28enne pugliese, si sarebbe sentito urlare contro da due campani residenti a Sassoferrato. Insulti e minacce, ma anche spintoni e un pugno sul volto, che è costato al giovane 70 giorni di prognosi. N.P., 23enne di Maddaloni (Caserta) e P.N., coetaneo di Benevento, compariranno davanti al giudice monocratico di Ancona per ingiuria, diffamazione e lesioni personali. (fonte Il Mattino)

E prosegue l’artista malmenato: «Mentre cantavo un gruppo di ragazzi mi urlava di andarmene-racconta Centurione- mi offendevano con ingiurie territoriali. Li conoscevo di vista ed erano un bel po’alticci. Quando me ne stavo andando due di loro mi hanno aggredito. Uno mi ha dato un pugno sul volto, l’altro mi ha spinto contro una cassa acustica. In quel momento ho perso conoscenza».

That’s Italy, that’s ammore…

Tags: , ,

2 comments

  1. non sarà mica colpa del nord anche stavolta, vero?

    • luca te leggi solo i titoli. Se leggessi per intero ogni cosa sapresti che per me l’idiozia non ha confine altrimenti manco l’avrei commentata questa notizia…Solo per la cronaca:per me un razzista meridionale è tre volte più imbecille di un razzista di altrove PS: certo si potrebbe discutere su da chi proviene il cattivo esempio, ma tralascio..