Questo clima non mi stupisce, sono almeno 8 anni che documento episodi del genere. Tacciato, con altri, di fomentare odio e di inventare fake news.

E’ la realtà di un paese fortemente razzista (lo è sempre stato), titillato nel suo razzismo da talune forze politiche.

“Non hai capito che tu non hai diritto al parcheggio perché sei in affitto? Morta di fame e terrona puzzolente. Noi siamo proprietari e ne possiamo mettere anche due di macchine” si legge nella denuncia- querela preparata dai legali della donna siciliana che, nei prossimi giorni, sarà depositata in procura.

A quel punto sarebbe intervenuto anche il marito della vicina che avrebbe portato avanti, secondo quanto denunciato ancora dalla signora di Terrasini, una vera e propria aggressione fisica. «Mi ha pestato il piede, mi ha spintonato e mi ha sputato in faccia. Poi mi hanno urlato: ” sei una mafiosa terrona. Qui non vi vogliamo, siamo tutti stanchi di te » .

Precedente Successivo La prima strage di stato dell'Italia liberata: la Rivolta del Pane