Incendi sospetti e rifiuti in fumo: una grande Terra dei Fuochi al Nord?

O almeno non è quella campana.
Il dato desta attenzione : il 40% degli incendi di siti (anche abusivi) per lo stoccaggio dei rifiuti avviene al Nord. E disegna scenari, come vado scrivendo da qualche anno, di smaltimento illegale di rifiuti, con attori che restano gli stessi (imprenditori e mafie) e territori che cambiano geografia ma riguardano tutta l’Italia.Con danni importanti per la salute di cittadini e consumatori (hai voglia a scrivere che i tuoi prodotti non vengono dalla Campania).

Era lo scorso febbraio quando fu pubblicata una inchiesta parlamentare che riguardava quanto, da un po’ di tempo, stava avvenendo in Veneto :

“In Veneto negli ultimi anni le mafie, oltre alle tradizionali attività nel narcotraffico, nel riciclaggio, nell’edilizia e nel turismo, stanno cercando di condizionare il settore dei rifiuti che offre consistenti opportunità di guadagno”. “La relazione sul Veneto della ’Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad essi correlati’, approvata lo scorso settembre dalla Camera, descrive una situazione di illegalità diffusa dove gruppi criminali hanno stretto rapporti di alleanza con imprenditori locali. Il crescente numero di incendi dolosi ai danni di imprese di rifiuti è un segnale inequivocabile dell’azione di organizzazioni a delinquere che finora non è stato contrastato con efficacia”.

Secondo Chiara Braga, presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti, a proposito degli incendi di siti di stoccaggio dei rifiuti : negli ultimi tre anni circa 260 episodi, il 10% in discariche, tutto il resto in impianti di selezione, trattamento, stoccaggio.  Il 40% di questi episodi, dati forniti dalle Arpa e dalle Procure, è al Nord. “Abbiamo fatto una panoramica di tutto quello che siamo riusciti a ricostruire di questi ultimi tre anni. E con alcuni focus di approfondimento, con missioni e audizioni a Vidor, in provincia di Treviso, Bedizzole, in provincia di Brescia, Mortara, in provincia di Pavia, Cinisello Balsamo, in provincia di Milano e Caserta”(da Avvenire e Sky Tg 24)

Precedente STATISTICHE ISTAT / Al Nord più delitti che al Sud Successivo Noi, in prima classe, in balia degli ultras