Independent: Rifiuti tossici sversati per salvare l’industria nazionale italiana

 

Ecco quanto scrive il giornale britannico Independent in un articolo di tre giorni fa sulla Terra dei Fuochi:

«Il problema dei rifiuti tossici non è venuto per caso […]. E ‘il risultato di un patto tra la criminalità organizzata, i poteri forti dello Stato, i servizi segreti e, forse, la massoneria, un patto per salvare l’industria della nazione. La distruzione dell’ambiente in questa regione, in base a questa teoria, è considerato come un prezzo accettabile da pagare. »

«This problem of toxic waste did not come about by chance […]. It is the result of a compact between organised crime, the strong powers of the state, the secret services and perhaps the Freemasons, a pact to save the nation’s industry. The destruction of this region’s environment, according to this theory, is regarded as an acceptable price to pay.»

Probabilmente se non si fosse sversato in Campania (ma anche Calabria e Puglia come sostiene il magistrato Ceglie), in maniera illegale, molte industrie non avrebbero potuto sostenere i costi di smaltimento e quindi reggere la concorrenza internazionale. Avrebbero quindi chiuso.

Ovviamente la stampa nazionale, si guarda bene dal dirlo.

Ahh…maledetto Febbraio 1861….

Precedente In Campania l'aspettativa di vita è più bassa che nel resto d'Italia Successivo Torino 2013: non si affitta (ancora) ai meridionali?

3 commenti su “Independent: Rifiuti tossici sversati per salvare l’industria nazionale italiana

  1. Antonio il said:

    Anche noi al Sud abbiamo bisogno del nostro “muro del pianto” da riconquistare.
    Non senza aver prima scatenato una guerra civile per i danni che gli italidioti ci hanno portato. Maledetto 1861.

I commenti sono chiusi.