Crea sito

Nord verso la débâcle? Colpa della leadership «padana»

 

Altro che mito dell’efficienza: sono i politici del nord i veri responsabili della Caporetto economica e industriale che sta caratterizzando la parte più produttiva del Paese. Figure, anche carismatiche, che dovevano salvare il Paese dal centralismo “romano” spazzando via il vecchio modo di fare politica e che a vent’anni dalla “discesa in campo” lasciano invece un’eredità deludente: corruzione, clientelismo e mala gestione continuano a essere vizi capitali alla base anche della disfatta del Nord.

È questa, almeno, la tesi del volume di Filippo Astone intitolato proprio “La disfatta del Nord – mandato in libreria nei giorni scorsi da Longanesi.
Dal libro-inchiesta emerge un Nord che corre verso la disfatta, non tanto o non solo per colpa della crisi – che pure ha pesato e continua a pesare sulla parte più produttiva del Paese – ma per l’incapacità della sua classe dirigente che negli ultimi venti anni ha guidato l’Italia. Sul banco degli imputati l’autore – che scrive per il settimanale «Il Mondo» – mette Silvio Berlusconi, Umberto Bossi, Roberto Maroni e Roberto Formigoni. Accanto a loro una sterminata galleria di personaggi magari non di primo piano, ma altrettanto incapaci di fare gli interessi del territorio di riferimento. Politici (tantissimi), ma anche banchieri «che finanziano gli amici anziché le piccole imprese, imprenditori pronti a fuggire all’estero, amministratori che antepongono gli interessi privati al bene collettivo».(Il Sole 24 Ore)

L’articolo completo:

Nord verso la débâcle? Colpa della leadership «padana» – Il Sole 24 ORE.

Tags: , ,

2 comments

  1. La solita mistificazione. Un po’ come quelli che urlano “la mafia c’è anche al nodde, la mafia c’è anche al nodde!!” Poi leggi i cognomi degli arrestati e si chiamano tutti Gargiulo, Esposito, Morabito..
    Il declino del nord, come ha scritto giustamente Gilberto Oneto nell’articolo in risposta a questo libro delirante dipende da: meridionalizzazione, mafia importata dal sud, p.a. parassitaria e clientelare, composta da meridionali e dalla rapina fiscale di oltre 90 miliardi di euro l’anno che la Padania subisce da mezzo secolo.

    • Marco ma costruire dei muri alti alti fino al soffitto,cosi da impedire a extracomunitari e meridionali di raggiungere la Padania? Ci ha mai pensato?

      Dica ad Oneto che gli imprenditori del Nord con questa mafia ci sono andati a nozze, facendo business. Del resto pecunia non olet…E a furia di ripetere che la mafia non c’era ed era un fenomeno da terroni ora è divenuta indistinguibile. Mi creda continuare a darle connotazione geografica non risolverà il problema, anzi…

      A proposito quei bidoni di rifiuti tossici, quando li togliamo da Giugliano?

      La saluto, con simpatia e la ringrazio per venirmi a leggere ogni tanto…